Le migliori ricette del Natale 2017

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

ricette-di-natale

Natale, Natale, Natale… Decorazioni, regali ma soprattutto pranzi e cene tra amici e parenti. Il pensiero del Natale è carico di profumi e sapori che si ripetono di anno in anno senza mai stancarci, anzi, facendosi attendere nei lunghi mesi che lo precedono.

Ogni nazione ha le sue tradizioni culinarie, ogni famiglia il piatto che non può e deve mancare. Chi non si ricorda la mamma, nonna e zia che iniziano a parlare del menù settimane prima e passare ore ed ore ai fornelli a preparare quella che da piccoli ci sembrano magie del palato.

Quando poi arriva il nostro turno di cucinare, ecco che cerchiamo di ricordarci i sapori tradizionali e le ricette che ci hanno insegnato per la cena della vigilia e per il pranzo di Natale.

Solitamente la prima si distingue per ricette a base di pesce più leggere ma con un menù cosi completo da mettere a dura prova anche gli stomaci più grandi. Il pranzo di Natale invece si contraddistingue per il numero di portate e la presenza di piatti in prevalenza di carne.

A differenza del passato, oggi siamo più attenti a possibili allergie, intolleranze e stili alimentari diversi, che spaziano dal vegetariano a quelli a basso contenuto calorico. Quali ricette proporre allora per soddisfare tutti? Per fortuna, comprendendo entrambi i pasti diverse portate, basteranno pochi piccoli accorgimenti per accontentare anche i gusti più difficili.

Le portate principali si suddivido come segue:

  • antipasti
  • primi
  • secondi
  • contorni (almeno due diversi)
  • dolce
  • caffè
  • digestivo

Non si devono però dimenticare il pane, grissini, bibite e condimenti.

Come centro tavola, perché anche l’occhio vuole la sua parte, viene spesso preparata una forma speciale di pane. Una bella idea è quella di preparare del pane fatto in casa, suddividere l’impasto in palline da 3-4 cm cadauna, e disporle su una teglia una accanto all’altra formando una stella. Spennellare con un’emulsione di olio di oliva, acqua e sale grosso la superficie e infornare. Semplice e d’effetto, ogni ospite potrà poi facilmente prendere una porzione senza dover tagliare il pane ed evitando cosi di riempire la tavola di briciole.

Antipasti per Natale

Tra gli antipasti più ricorrenti ricordiamo quelli con base di pasta sfoglia (grissini alle acciughe, involtini di wurstel, pizzette), i crostini (ad esempio, con formaggio cremoso, con olive snocciolate e tagliate e rucola tritata) e la polenta servita calda e cremosa con un paio di fette di salame e dei funghi. Non può mancare un tagliere di affettati e formaggi serviti con pane e grissini cosi come i sottaceti, serviti in piattini con stuzzicadenti.

Primi piatti

I primi piatti cambiano sostanzialmente dalla regione di appartenenza, rimane intramontabile il risotto (ai funghi, alla zucca, con il radicchio o ai frutti di mare) cosi come i tortellini in brodo, meglio se fatti in casa. Questi richiedono però una cottura seguita minuto per minuto e maggior tempo di preparazione. Per un primo più sostanzioso e veloce, si può optare per le lasagne che possono essere comodamente preparate il giorno prima e semplicemente scaldate il giorno di Natale, o una pasta al forno ripiena come i cannelloni con ragù e besciamella.

I secondi

Per il secondo la scelta principale è solitamente tra l’arrosto e il cappone al forno. Questi si possono trovare pronti in macelleria oppure possono essere preparati seguendo la ricetta di famiglia.  In ogni caso, saranno accompagnati da tre o quattro contorni come ad esempio patate al forno, cipolline in agrodolce, insalata mista, verdure ripiene, radicchio al forno, crespelle salate e da un buon vino rosso.

Ricorda che è più d’effetto la varietà che la quantità. Quindi riduci leggermente le porzioni fin dal primo piatto, in questo modo gli ospiti potranno gustare ogni portata.

Dolci

A chiusura del pranzo, verranno serviti i dolci. Il panettone, farcito al cioccolato o semplice con canditi e uvetta, e il pandoro che può essere tagliato orizzontalmente a “stella” e servito con una crema calda di zabaione oppure tagliato a fette verticali, imbiancato con zucchero a velo e poi glassato al forno con il grill.

La preparazione di questi dolci in casa richiede diverse giornata di lievitazione e molta esperienza, è per questo di uso comune acquistarli in pasticceria qualche giorno prima e concentrarsi sulla loro presentazione a tavola ed eventuali salse d’accompagnamento.

Insieme ai dolci, verranno servite bevande calde come caffè, tè o cioccolata per i più piccoli, vin brulé e moscato dolce per il brindisi dei più grandi. Torrone e frutta secca (noci, fichi e datteri) sono da aggiungere alla tavola come stuzzichini finali.

Un dolce tradizionalmente americano, ma ormai sempre più diffuso per il Natale è la Gingerbread house, ovvero la casetta fatta di pan di zenzero, glassa e caramelle. Ottima anche come decorazione della tavola e amata dai bimbi di ogni età. Si può acquistare già pronta oppure prepararla il giorno prima (in modo da permettere alla glassa di asciugarsi) insieme ai più piccoli, per passare una giornata in famiglia.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.

Condividi

Nessun Commento

Aggiungi il tuo